Title Image

Febbraio 2019

Sono il Caporal Maggiore Capo Scelto Qualifica Speciale Carlo Chiariglione, Presidente di Assomilitari, Associazione Nazionale dei Graduati e Volontari delle Forze Armate e Corpi Armati d’Italia. La prima e unica Associazione di categoria riferita al personale del ruolo Graduati e Truppa dei Comparti Difesa e Sicurezza, formalmente riconosciuta dal Ministro della Difesa attraverso Decreto Ministeriale del 7 febbraio 2018. Nata nel 2000, da sempre intraprende azioni e battaglie per la tutela e il supporto di tutti, come quelle portate avanti in collaborazione con il Deputato Gianpiero Scanu, Presidente della

L’omaggio di Assomilitari, alle vittime delle Foibe tenutosi ieri mattina al monumento che si erge al centro dei giardini della stazione di Belluno. L'Italia con le Foibe, ha subito una decapitazione di cui per tanti anni si è voluto rimuovere il ricordo e la memoria, non si potrà tornare indietro e restituire quanto tolto, ma quello che possiamo fare è non dimenticare. Non dimentichiamo i militari torturati, giustiziati, infoibati o deportati nei campi di concentramento jugoslavi dopo l’armistizio dell’8 settembre del ‘43. Non dimenticare è stato il monito del Sindaco

  Negli ultimi mesi si sono verificati ancora diversi casi di suicidi tra gli appartenenti alle Forze Armate e Forze dell’Ordine. A seguito dei quali, e solo in seguito agli stessi, vari vertici si sono mobilitati per chiudere la stalla solo dopo la fuga dei cavalli. La stalla purtroppo è nuovamente aperta in attesa di nuove fughe. A fronte di tali nefasti eventi dovrebbe sorgere in tutti una domanda: “cosa potrei fare nel caso mi trovassi difronte ad una persona possibilmente suicida?” In molti, pur avendo difronte un caro o un amico

Perché i militari italiani devono passare gli ultimi anni di vita nei Tribunali per farsi riconoscere i diritti sanciti per legge dallo Stato? Leggi poi disattese e violate da elementi dello stesso Stato che le ha emanate. Perché Antonio Attianese Mary Antomary non ha potuto passare gli ultimi anni a donare affetto e a riceverlo dai due figli, Carmen e Biagio e dalla moglie Maria, come dovrebbero poter fare tutti i padri di questo mondo? Perché ora e solo ora che Antonio è morto, lo Stato e il Ministero della Difesa gli stanno riconoscendo