Title Image

Author: Presidente AssoMilitari

Gentilissima Ministro, nel nome del disinteressato rispetto, la lealtà, e l’appoggio verso la sua persona e l’Istituzione che ricopre, Le affermo di non essere completamente in linea su vari punti circa la conduzione del Dicastero che presiede, ma che può comunque contare sul massimo supporto fisico, morale e tecnico che personalmente e con l’Associazione che presiedo, saremo in grado di esprimere.   Supporto garantito dal giuramento prestato nel vestire l’uniforme nei confronti della Patria.   Tale sostegno perché sia vero, leale e disinteressato, deve per ovvie ragioni rispettare la regola della

La prima e unica Associazione di Categoria riconosciuta formalmente dal Ministero della Difesa viene finalmente inserita sul sito dello Stato Maggiore Esercito: Assomilitari   Sono stati 18 anni di infinite, dolorose e faticose battaglie fatte in silenzio, senza urlare, senza sbraitare, senza insultare sui social, in completa solitaria, ma alla fine è arrivata la conferma che ne sono valse la pena.   Finalmente ci possiamo presentare in veste più formale e più affidabile nei confronti delle Istituzioni militari e civili, della popolazione, dei possibili partner militari e civili al fine di

Foti, noto  volto televisivo e difensore del "Popolo", è stato sospeso per volere della società di produzione CORIMA “temporaneamente e in via precauzionale” dopo che il suo nome è finito in un’inchiesta condotta dalla Procura di Catania che ha portato all’arresto di un avvocato per bancarotta e riciclaggio. Lui, che non è indagato,  e ormai fuori da "Forum" si difende: “Mai coinvolto nella vicenda. Ho visto quell’uomo solo una volta”. Da circa 10 anni Foti si prodigava a difendere i diritti di tutti quelli che gli chiedevano aiuto

Prima premessa Assomilitari non è contraria alla nascita dei sindacati poiché espressione questi, di una libertà e di una tutela sancita dalla Costituzione e mai realmente riconosciuta da alcuni Vertici militari più attenti alla progressione della carriera e a ben prostrarsi ai politici di turno, rispetto al reale benessere del proprio personale. Quindi, pur certi che i sindacati sapranno smuovere favorevolmente vari stagni ormai intorbiditi, rimaniamo comunque dubbiosi che parte dei grandi fautori e dei forti promotori dei nuovi sindacati ( non parliamo di tutti ovviamente ), siano mossi

Campagna di Assomilitari contro i suicidi tra il personale in uniforme delle Forze Armate e Corpi Armati. Irene Rollo referente territoriale Firenze "L'Altra Metà della Divisa" #bastasuiciditornaasorridere #nessunorimaneindietro [video width="560" height="320" mp4="https://www.assomilitari.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/01/IRENE-ROLLO-CAMPAGNA-CONTRO-I-SUICIDI-ALTRA-META-DELLA-DIVISA.mp4"][/video]

Campagna di Assomilitari contro i suicidi tra il personale in uniforme delle Forze Armate e Corpi Armati. Valentina Resta - Referente Torino per "l'altra metà della divisa"  #bastasuiciditornaasorridere #nessunorimaneindietro [video width="320" height="576" mp4="https://www.assomilitari.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/01/VALENTINA-RESTA-REFERENTE-TORINO-LALTRA-META-DELLA-DIVISA.mp4"][/video]

Campagna di Assomilitari contro i suicidi tra il personale in uniforme delle Forze Armate e Corpi Armati. Rachele Magro - Presidente "l'altra metà della divisa"  #bastasuiciditornaasorridere #nessunorimaneindietro   [video width="560" height="320" mp4="https://www.assomilitari.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/01/RACHELE-MAGRO-PRESIDENTE-LALTRA-META-DELLA-DIVISA.mp4"][/video]

Campagna di Assomilitari contro i suicidi tra il personale in uniforme delle Forze Armate e Corpi Armati. Flavia Moretti - Tesoriera "l'altra metà della divisa"  #bastasuiciditornaasorridere #nessunorimaneindietro [video width="320" height="560" mp4="https://www.assomilitari.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/01/FLAVIA-MORETTI-TESORIERA-LALTRA-META-DELLA-DIVISA.mp4"][/video] FLAVIA

Campagna di Assomilitari contro i suicidi tra il personale in uniforme delle Forze Armate e Corpi Armati. Carla Colella - Referente Cassino per "l'altra metà della divisa"  #bastasuiciditornaasorridere #nessunorimaneindietro   [video width="320" height="576" mp4="https://www.assomilitari.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/01/CARLA-COLELLA-LALTRA-META-DELLA-DIVISA.mp4"][/video]    

Francesco Abruzzese sostiene la campagna contro i suicidi nelle Forze Armate e Corpi Armati promossa da Assomilitari. Grazie Francesco [video width="640" height="368" mp4="https://www.assomilitari.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/01/Francesco-Abruzzese-campagna-contro-i-sucidi.mp4"][/video]

AIUTACI AD AIUTARLI   Vi chiediamo di partecipare alla nostra campagna contro i suicidi tra il personale in uniforme.   Abbiamo bisogno del supporto di tutti per promuovere la nostra:   "CAMPAGNA CONTRO I SUICIDI NELLE FORZE ARMATE E CORPI ARMATI".   Continuiamo a perdere colleghi e amici nella completa indifferenze e nella totale impossibilità di aiutarli prima che compiano l'insano gesto.   Per favore, aiutateci ad aiutarli.   In diversi stanno già rispondendo, anche dal mondo civile.   L'impegno è solo quello di girare un video di pochi secondi in cui ognuno dica semplicemente:   - nome, cognome; -

Ogni persona arrivata alla vecchiaia rimpiange sempre qualcosa della propria vita passata . Cose non fatte, parole non dette, persone non amate abbastanza. Il momento più doloroso di tutta una vita poiché il tempo passa per tutti e indietro non si può tornare. Purtroppo ce ne accorgiamo sempre quando perdiamo qualcuno di importante per la nostra vita. La vita non può essere vissuta nella restrizione e nella sofferenza di una cosa non fatta o di una parola non detta. La vita deve essere vissuta senza rimpianti e al massimo delle nostre possibilità. Non poniamoci

Ancora una volta un cittadino in uniforme si è tolto la vita. Al momento è inutile discutere e ipotizzare sui motivi di tale gesto che rimarranno tutti nascosti nella persona che abbiamo perso. In questo momento le cose importanti sono due, e tra queste non non sono presenti nè la strumentalizzazione, nè tanto meno la demagogica "guerra" finalizzata a facili consensi. Per prima cosa ci stringiamo con un abbraccio alla famiglia dell'ennesima vittima di un male brutale e assolutamente non gestibile in solitudine quale è lo stress, problema potenziato dalla solitudine