Title Image

Author: Presidente AssoMilitari

Si è conclusa la terza tappa che prevedeva il percorso da La Spezia con arrivo a Pisa. Accolti dagli applausi dei cittadini pisani e scortati dalla Polizia, hanno fatto ingresso a Pisa intorno alle 18.00 circa. Un panorama architettonico  mozzafiato dato dalla presenza della Torre di Pisa e dal suo Duomo danno il il benvenuto ai  nostri Bikers, avviandoli verso un meritato riposo. A domani quindi, per la quarta tappa che prevede 152km da Pisa a Grosseto. Buon riposo ragazzi!! [gallery size="medium" ids="11763,11764,11765,11766,11767,11768"] [playlist type="video" ids="11769,11770"]

Stamane sono partiti per la terza tappa della I^ Assomilitari Bike  Endurance. I partecipanti affronteranno 72km da La Spezia, raggiunta ieri nella seconda tappa, a Pisa. Pedalate solidali dunque , ricordiamo infatti che le tappe si concluderanno il 6 Aprile per il decennale del terremoto che colpì L' Aquila, e che  il ricavato sarà donato al reparto di Neonatologia San Salvatore Ospedale dell'Aquila. Buona pedalata ragazzi!! [gallery ids="11756,11757,11758,11759"]

SONO RIPARTITI!!! Dopo la fine della prima tappa, partita ieri 30 Marzo da Cuneo con arrivo a Genova , i partecipanti riprendono la pedalata dal capoluogo ligure fino a La Spezia . Sveglia di buon mattino, riprendono la pedalata solidale, che ricordiamo, finirà il 6 Aprile all'Aquila per il decennale del terremoto che la colpì. [gallery size="medium" ids="11740,11741,11742,11743,11744,11745"]

Dopo essersi rifocillati riparte la pedalata Assomilitari Bike Esperience, tutto procede nel migliore dei modi, la gioia di questa esperienza la si può vivere ad ogni pedalata dei partecipanti, certi che sarà duratura fino all'arrivo all'Aquila per il decennale del brutto  terremoto che la colpì. [gallery size="event-post-thumb-box" ids="11733,11734,11735,11736"]

Cuneo 30 marzo 2019 Per il decennale del sisma è partita la “I^ Assomilitari Bike Endurance” Rivolta al reparto di Neonatologia L’evento organizzato da Assomilitari e patrocinato dal Ministero della Difesa, dal Ministero dell’Interno, dal Ministero della Giustizia, dalla Croce Rossa Italiana, dal CONI, dalla Federazione Ciclistica Italiana e dalle Regioni e Comuni che vedranno passare i numerosi ciclisti, farà tappa nelle città di Genova, La Spezia, Pisa, Grosseto, Viterbo, Roma, Amatrice per infine arrivare a L’Aquila. 1000 km in sella per otto giorni, tanto sacrificio, sudore, sopravvivenza ma, con lo

Il percorso della I^ Assomilitari Bike Ednurance sarà suddiviso in 8 tappe: – 30 MARZO 2019: • CUNEO PIAZZA GALIMBERTI ORE 10:00 – GENOVA PIAZZA DE FERRARI ORE 18:00: 156 KM; – 31 MARZO 2019: • GENOVA 08:00 SEDE MILITARE X – LA SPEZIA PASSEGGIATA COSTANTINO MORIN 13:30: 116 KM; – 1 APRILE 2019: • LA SPEZIA SEDE MILITARE X 13:00 – PISA PIAZZA DEI MIRACOLI 18:00: 72 KM; – 2 APRILE 2019: • PISA 08:00 SEDE MILITARE X – GROSSETO PIAZZA DANTE 18:00: 157 KM; – 3 APRILE 2019: • GROSSETO SEDE MILITARE X 08:00 –

Assomilitari, “Associazione Nazionale dei Graduati e Volontari delle Forze Armate e Corpi Armati d’Italia”, s’ispira nelle sue azioni ai valori Cristiani che da sempre contraddistinguono i cittadini italiani, quindi il personale in uniforme. Per questo è stato scelto come Santo Patrono protettore e difensore di detto sodalizio e dei suoi Associati San Francesco D’Assisi, poiché simbolo di tolleranza, integrazione, abnegazione, umiltà, fraternità, altruismo, obbedienza, tutela e supporto dei “minori” e dei bisognosi tutti. In virtù di quanto sopra, per il decennale del terremoto che distrusse la città dell’Aquila

Assomilitari ha deciso di aderire alla Campagna “Gardensia” dell’Aism-Associazione Italiana Sclerosi Multipla grazie alla collaborazione con la Sez.Provinciale di Belluno. Nell’ambito della raccolta fondi “Gardensia”, promossa nelle giornate dell’8, 9 e 10 marzo, in tutte le piazze d’Italia, Assomilitari ha collaborato nel comune di Belluno per l’allestimento dei punti di raccolta fondi che, saranno devoluti in supporto alla ricerca scientifica per combattere la sclerosi multipla. La sclerosi multipla è una malattia cronica del sistema nervoso centrale, imprevedibile e progressivamente invalidante, si manifesta per lo più con disturbi del

  Che tu sia ciclista amatoriale o professionista non potrai mancare a questa straordinaria avventura. ISCRIVITI SUBITO, NON RIMPIANGERE DI NON AVER PARTECIPATO! L’evento organizzato da Assomilitari “I^Assomilitari Bike Endurance ”, vedrà la partenza di un Team appartenenti ai Comparti Difesa e Sicurezza, in sella a biciclette ognuna montante un importante e visibile Tricolore, partire dalla città di Cuneo, sede dell’Associazione, passando in diverse Città, e terminare nella città abruzzese dell’Aquila. A tale Team Ufficiale si potranno unire TUTTI quelli che vorranno, personale dei Comparti Difesa e Sicurezza, civili, agonisti, amatoriali. SIETE

Sono il Caporal Maggiore Capo Scelto Qualifica Speciale Carlo Chiariglione, Presidente di Assomilitari, Associazione Nazionale dei Graduati e Volontari delle Forze Armate e Corpi Armati d’Italia. La prima e unica Associazione di categoria riferita al personale del ruolo Graduati e Truppa dei Comparti Difesa e Sicurezza, formalmente riconosciuta dal Ministro della Difesa attraverso Decreto Ministeriale del 7 febbraio 2018. Nata nel 2000, da sempre intraprende azioni e battaglie per la tutela e il supporto di tutti, come quelle portate avanti in collaborazione con il Deputato Gianpiero Scanu, Presidente della

L’omaggio di Assomilitari, alle vittime delle Foibe tenutosi ieri mattina al monumento che si erge al centro dei giardini della stazione di Belluno. L'Italia con le Foibe, ha subito una decapitazione di cui per tanti anni si è voluto rimuovere il ricordo e la memoria, non si potrà tornare indietro e restituire quanto tolto, ma quello che possiamo fare è non dimenticare. Non dimentichiamo i militari torturati, giustiziati, infoibati o deportati nei campi di concentramento jugoslavi dopo l’armistizio dell’8 settembre del ‘43. Non dimenticare è stato il monito del Sindaco

  Negli ultimi mesi si sono verificati ancora diversi casi di suicidi tra gli appartenenti alle Forze Armate e Forze dell’Ordine. A seguito dei quali, e solo in seguito agli stessi, vari vertici si sono mobilitati per chiudere la stalla solo dopo la fuga dei cavalli. La stalla purtroppo è nuovamente aperta in attesa di nuove fughe. A fronte di tali nefasti eventi dovrebbe sorgere in tutti una domanda: “cosa potrei fare nel caso mi trovassi difronte ad una persona possibilmente suicida?” In molti, pur avendo difronte un caro o un amico

Perché i militari italiani devono passare gli ultimi anni di vita nei Tribunali per farsi riconoscere i diritti sanciti per legge dallo Stato? Leggi poi disattese e violate da elementi dello stesso Stato che le ha emanate. Perché Antonio Attianese Mary Antomary non ha potuto passare gli ultimi anni a donare affetto e a riceverlo dai due figli, Carmen e Biagio e dalla moglie Maria, come dovrebbero poter fare tutti i padri di questo mondo? Perché ora e solo ora che Antonio è morto, lo Stato e il Ministero della Difesa gli stanno riconoscendo

Gentilissima Ministro, nel nome del disinteressato rispetto, la lealtà, e l’appoggio verso la sua persona e l’Istituzione che ricopre, Le affermo di non essere completamente in linea su vari punti circa la conduzione del Dicastero che presiede, ma che può comunque contare sul massimo supporto fisico, morale e tecnico che personalmente e con l’Associazione che presiedo, saremo in grado di esprimere.   Supporto garantito dal giuramento prestato nel vestire l’uniforme nei confronti della Patria.   Tale sostegno perché sia vero, leale e disinteressato, deve per ovvie ragioni rispettare la regola della

La prima e unica Associazione di Categoria riconosciuta formalmente dal Ministero della Difesa viene finalmente inserita sul sito dello Stato Maggiore Esercito: Assomilitari   Sono stati 18 anni di infinite, dolorose e faticose battaglie fatte in silenzio, senza urlare, senza sbraitare, senza insultare sui social, in completa solitaria, ma alla fine è arrivata la conferma che ne sono valse la pena.   Finalmente ci possiamo presentare in veste più formale e più affidabile nei confronti delle Istituzioni militari e civili, della popolazione, dei possibili partner militari e civili al fine di

Foti, noto  volto televisivo e difensore del "Popolo", è stato sospeso per volere della società di produzione CORIMA “temporaneamente e in via precauzionale” dopo che il suo nome è finito in un’inchiesta condotta dalla Procura di Catania che ha portato all’arresto di un avvocato per bancarotta e riciclaggio. Lui, che non è indagato,  e ormai fuori da "Forum" si difende: “Mai coinvolto nella vicenda. Ho visto quell’uomo solo una volta”. Da circa 10 anni Foti si prodigava a difendere i diritti di tutti quelli che gli chiedevano aiuto

Prima premessa Assomilitari non è contraria alla nascita dei sindacati poiché espressione questi, di una libertà e di una tutela sancita dalla Costituzione e mai realmente riconosciuta da alcuni Vertici militari più attenti alla progressione della carriera e a ben prostrarsi ai politici di turno, rispetto al reale benessere del proprio personale. Quindi, pur certi che i sindacati sapranno smuovere favorevolmente vari stagni ormai intorbiditi, rimaniamo comunque dubbiosi che parte dei grandi fautori e dei forti promotori dei nuovi sindacati ( non parliamo di tutti ovviamente ), siano mossi

Campagna di Assomilitari contro i suicidi tra il personale in uniforme delle Forze Armate e Corpi Armati. Irene Rollo referente territoriale Firenze "L'Altra Metà della Divisa" #bastasuiciditornaasorridere #nessunorimaneindietro [video width="560" height="320" mp4="https://www.assomilitari.it/wordpress/wp-content/uploads/2019/01/IRENE-ROLLO-CAMPAGNA-CONTRO-I-SUICIDI-ALTRA-META-DELLA-DIVISA.mp4"][/video]